Vargas Llosa, Hughes, Virilio and Compagnon against something campy

dscn3007

dscn3008

Corriere, 03/12/2008

Tendenze: Un movimento spontaneo di letterati e filosofi contesta l’ <<estetica degli eccessi>>. Nel nome di un ritorno alla soggettività

Da Vargas Llosa a Robert Hughes

I nuovi paladini dell’antimoderno

Nasce un partito di intellettuali contro l’arte <<commerciale e scandalistica>>

Di Vincenzo Trione

 

Voci di un’insofferenza sempre più diffusa, Hughes, Vargas Llosa e Virilio si apprestano a diventare i leader involontari di un nuovo partito estetico. Che nasce non da un preciso calcolo, ma da una stringente necessità. Non segue un programma ma indica una convergenza. Si sta ramificando a livello internazionale, sorretto da una sorta di urgenza etica. L’obiettivo è quello di reagire, di opporsi, di non adeguarsi, ripristinando regole e ridefinendo i giudizi.

Un partito conservatore o progressista?

Ad animare questo gruppo è un prepotente istinto di ribellione. Si individuano nuovi miti negativi da debellare: l’impoverimento della sapienza tecnica, la ricerca dello choc effimero, l’indebolimento della bellezza, la sudditanza nei confronti delle imposizioni di mercato.

Vogliono correggere deviazioni, riscoprire il common sense. Con una veemenza polemica che ricorda certe annotazioni contro la contemporaneità di Giorgio de Chirico e gli scritti corsari di Pier Paolo Pasolini.

Dietro di loro non c’è il Nietzsche delle <<considerazioni inattuali>>, ma lo Spengler de Il Tramonto Dell’Occidente. E il Camus, che invitava a mettersi di traverso rispetto alle onde della Storia. Ma anche Maistre, Baudelaire, Cioran e Barthes: tra gli autori di cui ha parlato Antoine Compagnon in un volume di qualche anno fa, intitolato proprio Les Antimodernes (Gallimard), dove si ricorda che siamo di fronte non a reazionari, ma a <<moderni controvoglia>> che avanzano guardando in uno specchio retrovisore.

 

In uno dei suoi <<art essay>> trasmessi da Channel 4, Hughes ha parlato di Hirst come di un pirata. Un cialtrone, costruttore di sculture che non hanno nulla in comune con le autentiche oper d’arte. Prodotti commerciali: nient’altro che brand.

L’intervento di Hughes è stato ripreso da Vargas Llosa in un articolo su <<El Pais>>. Soffermandosi in particolare sulle quotazione raggiunte da Hirst alle aste di Sotheby’s, lo scrittore peruviano ha parlato degli scenari di arte contemporanea come di un grande carnevale in cui si mescola tutto: sacro e profano, abilità e furbizia. Creatori e pagliacci.

 

mariovargasllosa

 

antoine

paul-virilo

robert20hughes

Hughes, Vargas Llosa and Virilio are some of the voices that are now start to fight against the new trade in the works of art. All over the world it is wide spreading a new tendency in oppositon of some new artists who deal with exaggeration, kitsch style, commercial and scandalizing exhibitions.

Damien Hirst, Jean Fabre, Jason Rhoades, Jeff Koons and others are in the viewfinder of this spontaneus movement of philosophers and writers.

450px-bilbao_jeff_koons_puppy

koons600

96974-004-efb7b5fa

 

diamond-skull

 

_43019855_chandelier

 

jason_rhoades-003_200

 

1161777534_12453_1

dyn006_original_600_456_pjpeg_2511092_5584b5395e63a4f059b863b1d69f75e9

Advertisements

One Response to “Vargas Llosa, Hughes, Virilio and Compagnon against something campy”

  1. renato ingrao Says:

    Sono interessato all’arte ed alla pittura da
    una vita.Mi ero accorto da anni che le cose
    non girano più per il verso giusto.Anzi in modo
    assurdo ed immorale.Condivido la presa di posizione
    da parte di R:Hughes,V.L1osa ed altri.
    Penso però che lo scambio d’idee vada approfondito
    in profondità.Così se mi darete ulteriori informazioni
    rigurdanti eventuali incontri nel prossimo futuro
    vi pregherei di farmelo sapere per tempo.
    Ringraziando in attesa.
    Renato Ingrao


Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: